Wow Spazio Fumetto, ecco Diabolik e Charlie Brown: nuovi ‘panettoni’ firmati Pao

Wow Spazio Fumetto, ecco Diabolik e Charlie Brown: nuovi 'panettoni' firmati Pao
Wow Spazio Fumetto, ecco Diabolik e Charlie Brown: nuovi 'panettoni' firmati Pao

Milano, 11 gennaio 2020 –  Alcuni si erano scoloriti, altri mostravano ormai solo la nuda pietra. Ci ha pensato Pao, all’anagrafe Paolo Bordino, l’artista noto per i suoi pinguini colorati ma non solo, a dare un’anima ai 15 panettoni del parco pubblico Oreste del Buono alle spalle di Wow, Museo del fumetto di Milano in viale Campania 12, trasformandoli in personaggi dei fumetti. Così il museo si allarga sempre di più, estendendosi anche nello spazio verde all’aperto: i visitatori ma anche le persone a spasso o in relax possono imbattersi in Charlie Brown, Diabolik, nel cappuccio arancione di Kenny McCormick, uno dei quattro bambini protagonisti della serie South Park, o in uno dei Minions, gli omini gialli protagonisti del cartone animato. Per i piccoli sarà un gioco inventare storie e immaginare di far incontrare i personaggi: che potranno dirsi, Diabolik e Charlie Brown Lo saprà l’infinita fantasia dei bambini. «Avevo già dipinto alcuni di questi panettoni nel 2011 – spiega Pao – ma ormai il colore si era cancellato quasi del tutto. Adesso tornano a rivivere». Alcuni vestiranno sempre gli stessi panni, altri avranno delle figure nuove, come il bimbo di South Park o il Minion. «E non mancherà, naturalmente, un pinguino, che rappresenta un po’ la mia firma».

Pao ha risposto all’appello del Municipio 4 che ha promosso e finanziato l’iniziativa: «I panettoni dipinti in passato – spiega il presidente Paolo Guido Bassi – si erano rovinati. Ora sono stati colorati utilizzando una procedura diversa, che renderà i disegni più resistenti. L’obiettivo è rendere il parco sempre più fruibile e attrattivo: abbiamo investito sulla bellezza, promuovendo interventi artistici in linea con la vocazione dell’area, in armonia con il Museo del fumetto e portando avanti un percorso sull’arte di strada nel nostro Municipio». A sostenere l’iniziativa ci sono anche i cittadini del comitato Gli amici del parchetto Oreste del Buono. «È un bene – commenta Cristiana Nicora, del comitato – rendere questo luogo sempre più speciale. I personaggi dei fumetti dipinti sui panettoni valorizzano l’identità di questo spazio e offrono una continuità con il museo. Anche il ‘drago buono’ che si trova sempre nel giardino è come un fumetto tridimensionale». È una scultura che si estende per circa 250 metri, finendo oltre la via Terenzio con una grande pinna verde. «Ma non finisce qui – conclude – abbiamo in mente altri progetti da sviluppare nel nuovo anno».