Vicesindaca Proserpio, intervista dopo video a Milano Marittima con Salvini

Vicesindaca Proserpio, intervista dopo video a Milano Marittima con Salvini

Vicesindaca Proserpio, intervista dopo video a Milano Marittima con Salvini 

È l’ennesima deviazione dell’utilizzo dei social network. Nonostante I fatti si siano ripetuti nel corso degli ultimi anni, quando si è coinvolti in prima persona si resta sempre sorpresi. È la sensazione che ha avuto Veronica Proserpio, vicesindaca del piccolo comune di Proserpio (meno di mille abitanti) in provincia di Como. Il 26 luglio ha incontrato Matteo Salvini sulla battigia di Milano Marittima e, attraverso il sorriso sulle labbra, gli afferma che, con le sue uscite recenti, stava «rovinando il nome di questa bellissima città».

LEGGI ANCHE > Gli insulti alla vicesindaca che dice a Salvini che rovina il nome di Milano Marittima 

Vicesindaca Proserpio e il video con Salvini, l’intervista

Il video dello scambio di battute (il leader della Lega l’aveva invitata ad «andare a farsi un bagno») è stato pubblicato dalla vicesindaca sul proprio account Facebook. Qualche giorno dopo, quando la notizia è rimbalzata prima sui giornali locali e poi su quelli nazionali, ha ricevuto una valanga incontrollabile di insulti: «All’inizio – dice Veronica Proserpio ai microfoni di Giornalettismo – il dibattito si è sviluppato tra i miei amici di Facebook e le persone della mia comunità di appartenenza. Poi, sono intervenuti commenti terribili da parte di gente che non conosco. Hanno iniziato a offendermi, a utilizzare delle parole inqualificabili, ad augurarmi di annegare in mare, di morire, di avere una leucemia fulminante. Ho letto…

seguici...sullo stesso argomento