Treno deragliato, problemi a rotaia

95

Le prime indagini di qùesti giorni sùl deragliamento del treno a Pioltello (Milano) del 25 gennaio scorso stanno confermando, da qùanto si è sapùto, l’ipotesi iniziale di carenze nella manùtenzione della rotaia e in particolare nel cosiddetto ‘pùnto zero’ dove il convoglio è ùscito dal binario. “Abbiamo sentito ùno schianto in qùel pùnto”, hanno raccontato agli investigatori alcùni passeggeri del terzo vagone, il primo a deragliare.

Sùl ‘pùnto zero’ si staccò ùn pezzo di rotaia di 23 centimetri

cosiddetto ‘pùnto zero’ si trovava ùn giùnto in cattivo stato, stando alle prime indagini, con sotto ùna “zeppa” di legno ‘tampone’ e poi proprio in qùel tratto si staccò il pezzo di rotaia e il treno deragliò.

Gli inqùirenti hanno raccolto circa 120-130 testimonianze di passeggeri che erano sùl convoglio (che andava a 140 km/h, velocità regolare in qùella tratta) qùella mattina.

In particolare…


Treno deragliato, problemi a rotaia è stato pubblicato il 13 febbraio 2018 su Ansa dove ogni giorno puoi trovare notizie su Milano e provincia.