Notizie

Tamponi per il covid-19, dopo Malpensa si prepara pure Linate: “Lombardi, rivolgetevi alle Ats”

L’obiettivo è fare un tampone in tre minuti. Sia a Malpensa, dove si partirà domani, sia a Linate, dove il contesto si è sbloccata qualche giorno fa e si è deciso che sì, pure nel city airport si partirà con i tamponi, probabilmente da venerdì. Subissata dalle segnalazioni di chi torna dalle vacanze in Grecia, Croazia, Spagna e Malta e deve fare il tampone, la sanità lombarda dopo giorni di fuoco si attrezza. E avvia pure al Forlanini lo screening che finora è stato in carico alle sole Ats. Che hanno dovuto gestire la mole di segnalazioni arrivate da chi è atterrato a Milano o Varese ma non ha trovato, negli scali aeroportuali, i punti prelievi: solo l’Ats di Milano qualche giorno fa è arrivata a quota 13 mila segnalazioni, di cui oltre 10 mila ancora da “evadere” chiamando chi si è segnalato e fissandogli l’incontro.



in riproduzione….

Di qui, la necessità di organizzarsi. Non solo su Malpensa, dove come annunciato due giorni fa saranno allestiti dei gazebo per le analisi, ma pure a Linate. La decisione è arrivata qualche giorno fa dopo un sopralluogo che ha coinvolto l’Usmaf, l’ufficio di sanità di frontiera che dipende dal ministero della Salute, l’Ats, la Sea. A gestire gli spazi sarà un ospedale privato convenzionato, il Policlinico San Donato, che fornirà sia il personale amministrativo che si occuperà dei moduli di accettazione, sia gli infermieri. Il tampone sarà gratuito per chi sceglierà di farlo. Lo spazio, dove saranno allestiti nove box per fare sia le pratiche sia le analisi, dovrebbe essere nel territorio del ritiro dei bagagli. Un’area più piccola di quella individuata a Malpensa, ma presumibilmente pure meno affollata, visto che al Forlanini dal lunedì al giovedì dai quattro

Tamponi per il coronavirus, dopo Malpensa si prepara anche Linate: “Lombardi, rivolgetevi alle Ats”

Tags
Show More