Sondrio, il film di Manzolini “gioca in casa”

25

Sondrio, 10 gennaio 2018 –  Luci  e ombre a intermittenza sui volti degli ultimi. Frammenti di vita fra sogni e incubi. Sono le «Storie del dormiveglia», una carrellata di racconti crepuscolari racchiusi con rara poesia nel film di Luca Magi che questa sera, alle 21, farà tappa al cinema Excelsior di Sondrio insieme al suo sceneggiatore e coproduttore, il valtellinese Michele Manzolini. Sguardo discreto su chi è costretto a vivere ai margini, il documentario prodotto da Kiné nasce dall’esperienza del regista come operatore presso il Rostom, struttura d’accoglienza per senzatetto all’estrema periferia di Bologna. Dal buio, tra una sigaretta e l’altra, emergono i volti e le parole di chi resta nel dormitorio per una sola notte o di chi ne ha fatto la propria casa: uomini e donne con un passato difficile, confinati in un presente di perpetua attesa e alle prese con un futuro ancor più incerto. «… alcuni hanno perso così tanto in loro stessi che hanno smesso di cercare ma forse, fuori, c’è qualcosa…», preannuncia David con un filo di voce.

Leggi anche altri post sondrio o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer