Silvia Romano, cocci di bottiglia lanciati contro il palazzo in cui abita scientifica sul posto. Si indaga sulle minacce social


Silvia Romano, cocci di bottiglia lanciati contro il palazzo in cui abita scientifica sul posto. Si indaga sulle minacce social

La polizia scientifica sta effettuando rilievi all’interno dell’appartamento al piano di sotto rispetto a quello dove vive Silvia Romano, la cooperante milanese tornata lunedì a casa dopo essere stata sequestrata per un anno e mezzo fra Kenya e Somalia. Secondo quanto filtra, la famiglia che abita nell’appartamento avrebbe trovato dei cocci di vetro sospetti vicino a una finestra. Ieri sera c’è stato un tentativo di intrufolarsi nel palazzo da parte di un uomo egiziano, che voleva dimostrare la propria solidarietà a Silvia Romano.

E intanto sono al vaglio degli investigatori del Ros di Milano decine di messaggi social indirizzati a Silvia Romano e contenenti frasi d’odio. L’analisi è appena cominciata, dopo che ieri la giovane cooperante milanese liberata dopo un rapimento durato un anno e mezzo è stata ascoltata per più ore in procura, nell’ambito dell’indagine per minacce aperta dalla sezione antiterrorismo guidata …

 

Silvia Romano, cocci di bottiglia lanciati contro il palazzo in cui abita scientifica sul posto. Si indaga sulle minacce social

visita la pagina 

Lascia un commento