«Siamo al lavoro per la ripresa scolastica, ma dal Ministero troppi ritardi e incertezze»

«Siamo al lavoro per la ripresa scolastica, ma dal Ministero troppi ritardi e incertezze»

«Siamo al lavoro per la ripresa scolastica, ma dal Ministero troppi ritardi e incertezze» 

Una lettera aperta ai genitori dei bambini e degli alunni calolziesi che a settembre torneranno sui banchi di scuola. L’ha scritta ieri sera, anche a nome dell’Amministrazione da lui guidata, il sindaco di Calolziocorte Marco Ghezzi. In essa il primo cittadino ha fatto il punto sulle azioni che il Comune sta mettendo in campo per garantire una ripresa efficace dal punto di vista della conitnutà didattica, sicura e rispondente alle attese di famiglie e studenti.

Non mancano le critiche alle «incertezze e alle contraddizioni ministeriali» e una precisazione importante dal punto di vista organizzativo: niente sdoppiamenti delle aule anche per mancanza di un numero sufficiente di insegnanti.

Sempre più genitori si rivolgono preoccupati in Comune per avere informazioni sulla riapertura delle scuole. Purtroppo i ritardi e le inadeguatezze del Ministero non ci consentono di fornire garanzie in tal senso. Tuttavia, ribadisco che l’obiettivo dell’Amministrazione comunale è quello di assicurare un’aula per classe in modo da garantire la continuità didattica, recuperando gli spazi di alcuni laboratori (che verranno smantellati) e allargando le aule più piccole. Salvando orari e tempo mensa.


Quindi niente sdoppiamenti (salvo decreti dell’ultima ora), anche perché al momento mancano gli insegnanti. Noi cercheremo di arrivare in tempo per metà settembre e stiamo già lavorando da un paio di…

seguici...sullo stesso argomento