Serie A, Brescia: tutti presenti, si aspetta solo Skrabb

Serie A, Brescia: tutti presenti, si aspetta solo Skrabb
Serie A, Brescia: tutti presenti, si aspetta solo Skrabb

Brescia, 10 gennaio 2020 – Il Brescia si sta avvicinando alla rifinitura di domani, che definirà i dettagli della formazione che domenica renderà visita alla Sampdoria per un duello-salvezza che può valere letteralmente una stagione, accompagnato dalle suggestioni della sessione invernale del mercato e da quello che, ora dopo ora, sta diventando il vero e proprio caso Skrabb. In effetti il transfert dalla Svezia per il primo acquisto delle Rondinelle, atteso inizialmente per martedì, non è ancora arrivato e l’ormai ex centrocampista-attaccante del Norkopping, di conseguenza, non ha ancora potuto sostenere nemmeno una seduta di allenamento con i nuovi compagni. L’idea, lasciata trapelare inizialmente, di vederlo all’opera già a “Marassi” al posto dello squalificato Tonali è così tramontata gradatamente, mentre è cresciuta l’attesa per l’arrivo del fatidico documento che sta assumendo contorni sempre più preoccupanti. In questo senso, dato ormai per scontato il forfait di Skrabb con la Sampdoria, la formazione che affronterà i blucerchiati presenta due ballottaggi, proprio quelli relativi alla sostituzione degli squalificati Cistana e Tonali.

Ieri è tornato a lavorare con il gruppo anche Dessena e il suo rientro, che ha fatto seguito a quelli di Ndoj, Donnarumma e Martella di inizio settimana, ha permesso a mister Corini di lavorare in questi giorni a Torbole a ranghi completi. Per quel che riguarda lo schieramento che sfiderà la squadra di Ranieri, rimane ancora da definire chi comporrà la coppia centrale insieme a Chancellor. Il favorito rimane il giovane Mangraviti, con Magnani e Gastaldello come possibili rivali. Per la sostituzione del regista Tonali la soluzione più semplice potrebbe sembrare quella di restituire una maglia da titolare al rientrante Ndoj e mantenergli Bisoli e Romulo al fianco. Gode però di notevole credito anche la soluzione che vede in campo dal 1’ Viviani, definito non a caso il vice Tonali, una scelta che aprirebbe la strada anche all’ulteriore possibilità di inserire ugualmente Ndoj così da avanzare sulla trequarti Romulo al posto di Spalek.

Per il resto sarà ancora panchina per Donnarumma, che rimane chiuso dalla coppia Balotelli-Torregrossa sulla quale si appoggiano molte delle speranze del Brescia di riuscire a sbancare “Marassi” e lasciare così la zona retrocessione. Speranze legate anche ad un mercato nel quale le Rondinelle rimangono protagoniste sia sul fronte delle entrate che delle uscite. A questo proposito, in particolare, mentre Donnarumma viene inseguito da mezza serie B (adesso sembra in vantaggio la Salernitana), si è accesa un’autentica asta per assicurarsi il cartellino di Tonali. Oltre al Psg e a diverse squadre della Premier League, si stanno scaldando sempre più Inter e Juve, pronte a ripetere l’ennesimo duello di questa stagione. Una situazione che sta facendo lievitare il prezzo per la gioia del presidente Cellino che spera di poter “raccogliere” dal suoi gioiello oltre 50 milioni. Sul fronte delle entrate, in attesa che si risolva definitivamente la questione-Skrabb, la società biancazzurra continua a cercare un centrocampista di buona esperienza, subito pronto a dare il suo contributo alla rincorsa delle Rondinelle. I nomi che circolano sono diversi e vanno dal laziale Berisha (classe ’93), allo svedese Larsson sino a comprendere Zajc, ex Empoli, e il portoghese Pereira Lage. Saranno i prossimi giorni a definire le mosse del sodalizio biancazzurro che sta seguendo con attenzione pure le possibili uscite di Morosini e Tremolada.