Rubano a Torino farmaci tumorali, ritrovati in un borsone su un treno a Treviglio

Rubano a Torino farmaci tumorali, ritrovati in un borsone su un treno a Treviglio
Rubano a Torino farmaci tumorali, ritrovati in un borsone su un treno a Treviglio

Bergamo, 14 febbraio 2020 – Il furto di oltre mille medicinali in una farmacia a Orbassano nel Torinese porta nella Bergamasca. Durante le indagini, i militari hanno infatti recuperato una parte della refurtiva, un borsone pieno di medicinali, abbandonata su un treno a Treviglio.

Il colpo risale alla notte tra il 13 e il 14 maggio dello scorso anno: i ladri avevano oscurato con una vernice spray le telecamere di sorveglianza della farmacia e rubato oltre mille confezioni di medicinali, per un valore superiore a 1,3 milioni di euro. I carabinieri della Compagnia di Moncalieri e i Nas di Torino sono riusciti a risalire agli autori: si tratta di un italiano di 30 anni, residente a Napoli, e di un egiziano di 43 anni, con casa a Crema. Entrambi sono stati arrestati.  Secondo la ricostruzione dei militari il primo, avvalendosi dell’aiuto di due complici, il 30enne sarebbe stato l’autore materiale del furto, mentre il 43enne è accusato di ricettazione. A casa di quest’ultimo, infatti, sono stati trovati i farmaci rubati, tra l’altro conservati in modo non corretto e di conseguenza potenzialmente pericolosi per la salute dei pazienti.  Secondo i carabinieri la refurtiva era destinata a mercati specifici. Tutti i medicinali recuperati sono già stati restituiti all’Ats in attesa di essere distrutti a causa delle pessime modalità di conservazione.