ritardi e viaggiatori disorientati. Lite Speranza-De Micheli

ritardi e viaggiatori disorientati. Lite Speranza-De Micheli

ritardi e viaggiatori disorientati. Lite Speranza-De Micheli 


Affollatissimi, pieni a metà o addirittura cancellati: non potrebbe essere più varia il contesto oggi sui treni italiani dopo l’alternarsi di ordinanze sul distanziamento fra i viaggiatori e il convoglio di polemiche che ne è scaturito. Resta infatti obbligatorio il distanziamento sui treni ad Alta Velocità. Lo stabilisce una ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza che, a poche ore dal via libera del Mit all’utilizzo di tutti i posti a sedere, tira la frenata rapida. «Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela – spiega il minstro accogliendo le preoccupazioni di esperti ed enti locali -. È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora». 
 

Lo incidente negato

 

Le ricostruzioni su presunte divergenze attraverso il ministro De Micheli relativamente al distanziamento sui treni a lunga percorrenza sono del tutto infondate. Ogni decisione è stata assunta nella piena condivisione e con l’obiettivo di tutelare la sicurezza dei turisti». Lo ha detto Nicola Del Duce, portavoce del ministro della Salute, Roberto Speranza.

Italotreno oggi cancella numerose tratte: l’elenco completo «Ordinanze anti Covid contrastanti» Come ottenere i rimborsi

Lombardia
Ma resta forte la confusione, pure perché regioni come la Lomabrdia vanno per i loro binari acuendo le polemiche.
«Perché la Regione Lombardia non ha ancora ritirato l’ordinanza che elimina il distanziamento sociale sul Trasporto pubblico locale,…

seguici...sullo stesso argomento