Reddito di cittadinanza, il “profilo” comasco è over 50, in prevalenza disoccupato, single e maschio

45

Cinquantenne, single, espulso dal mondo del lavoro e incapace o impossibilitato a rientrarvi stabilmente, straniero 2 volte su 10. E per lo più maschio. Sarebbe questo, nella maggioranza dei casi, il profilo di chi si è rivolto ai Centri comaschi di assistenza fiscale (Caf) per compilare la domanda di reddito di cittadinanza. In totale, tra Cgil, Cisl, Uil e Acli sino a ieri erano state completate 1.378 domande. Almeno altre 550 persone sono però in lista d’attesa per valutare la propria posizione.
I numeri comaschi non sembrano essere particolarmente elevati. Per gli addetti ai lavori sono anzi inferiori alle attese. Secondo Mauro Pellicciari, responsabile dei Caf Cisl della provincia lariana, «si tratta di cifre non esorbitanti, probabilmente giuste per il nostro territorio».
Negli uffici della Cisl sono state sinora compilate e inviate all’Inps 533 domande. «Ma abbiamo già in agenda altri 350 appuntamenti – dice Pellicciari, il

Leggi anche altri post Como o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer