Quanti posti occupare sui treni? Regione e governo hanno idee diverse

Quanti posti occupare sui treni? Regione e governo hanno idee diverse

Quanti posti occupare sui treni? Regione e governo hanno idee diverse 

Quanti posti occupare sui treni? Regione e governo hanno idee diverse

Tutti i posti occupati o ancora con le limitazioni? È il quesito che riguarda il trasporto pubblico locale dopo che il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato una sua ordinanza per mantenere il distanziamento sociale sui treni e che sta causando qualche conflitto con le disposizioni regionali, non ultima quella in vigore da oggi in Lombardia.

«È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora -ha scritto Speranza su Facebook nel presentare l’ordinanza firmata poco prima-. Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela. Per questo ho firmato un’ordinanza che ribadisce che in tutti i luoghi chiusi, aperti al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, è e resta obbligatorio sia il distanziamento di almeno un metro che l’obbligo delle mascherine. Questi sono i due principi essenziali che, assieme al lavaggio frequente delle mani, dobbiamo conservare nella fase di convivenza attraverso il virus».

Una decisione che, appunto, va in contrasto con quella in vigore dall’1 agosto in Lombardia. Per questo la Regione ha diffuso una nota nella quale si spiega che -per ora- rimarrà in vigore la norma decisa a Milano.

seguici...sullo stesso argomento