“Più del 20% dei bimbi e dei ragazzi di Bergamo in sovrappeso o obeso”

5

Il 16 ottobre di ogni anno la FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura) indice la Giornata Mondiale dell’Alimentazione per promuovere consapevolezza e azioni a livello mondiale a favore di chi soffre varie forme di malnutrizione, sia per difetto sia per eccesso, al fine di garantire un’alimentazione nutrizionalmente corretta per tutti.

Con l’occasione ATS Bergamo fa il punto sulla situazione a livello locale con la dottoressa Daniela Parodi della UOS Igiene della Nutrizione: “La sicurezza alimentare non è tanto una questione di sufficiente quantità di cibo per tutti, quanto piuttosto di qualità, visto che l’alimentazione scorretta è diventata il principale fattore di rischio per l’insorgenza delle malattie croniche e del sovrappeso in adulti e bambini. Nella popolazione bergamasca il 23,9% dei bambini presenta un eccesso ponderale per sovrappeso o obesità (dati Okkio alla Salute 2016) e il 36,2% degli adulti ha un problema di sovrappeso o obesità (studio Passi 2014). Anche l’indagine HBSC 2018 sugli adolescenti bergamaschi tra gli 11 e i 15 anni evidenzia che il 16,6% dei ragazzi è in sovrappeso e il 3,2% obeso”.

Leggi anche altri post Bergamo o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer