Home Milano Piazza Gae Aulenti, 28enne aggredito con acido: fermata la ex. Già denunciata...

Piazza Gae Aulenti, 28enne aggredito con acido: fermata la ex. Già denunciata per stalking

Piazza Gae Aulenti, 28enne aggredito con acido: fermata la ex. Già denunciata per stalking
Piazza Gae Aulenti, 28enne aggredito con acido: fermata la ex. Già denunciata per stalking

Milano, 5 gennaio 2020 –  E’ stata sottoposta a fermo la donna di 43 anni che, sabato, a Milano, ha aggredito con l’acido un 28enne con cui aveva avuto una relazione. Il provvedimento della Procura di Milano fa riferimento all’aggressione in piazza Gae Aulenti in cui la donna, fermata e identificata dai carabinieri di Genova, aveva spruzzato in faccia dello spray al peperoncino e lanciato dell’acido contro il giovane che aveva conosciuto su un sito di incontri e con cui aveva avuto una relazione che l’uomo voleva interrompere.

L’aggressione è avvenuta in pieno giorno, qualche minuto prima delle 11 di ieri, nel centro nevralgico del quartiere Porta Nuova. Il ragazzo stava camminando da solo quando si è trovato davanti la ex, che verosimilmente aveva pianificato tutto e che già in passato, secondo le informazioni raccolte dal Giorno, l’aveva minacciato e perseguitato, non rassegnandosi alla fine della loro relazione sentimentale. La donna gli ha prima spruzzato contro il contenuto di una bomboletta con sostanza urticante e poi gli ha gettato in testa del liquido corrosivo. Il ventottenne si è istintivamente messo le mani in testa, urlando di dolore, ed è riuscito a rintanarsi nel vicino punto vendita Swatch, al civico 1, chiedendo aiuto ai dipendenti del negozio.

Nel frattempo , la donna si è allontanata di corsa dal luogo del raid, riuscendo a far perdere momentaneamente le sue tracce. Nel giro di pochi minuti sono arrivati in piazza Gae Aulenti diversi equipaggi del Nucleo Radiomobile e i sanitari del 118, che hanno caricato il giovane sulla lettiga per trasportarlo in ospedale. Prima di salire in ambulanza, la vittima, rimasta sempre cosciente durante le delicate operazioni di soccorso, ha raccontato la dinamica del blitz e fornito agli investigatori le generalità della donna che l’aveva appena aggredito; sul posto è stato ritrovato e sequestrato anche un coltello, lasciato a terra dalla quarantatreenne. I militari del pronto intervento hanno quindi trasmesso le informazioni ai colleghi del Nucleo operativo della Compagnia Duomo, che hanno subito fatto scattare le ricerche per rintracciare la persona in fuga nel più breve tempo possibile. Ricerche che si sono concluse attorno alle 20 alla stazione di Genova: lì gli investigatori, allertati dalla nota di rintraccio inoltrata da Milano, hanno intercettato e bloccato la donna. Il 28enne si trova ricoverato in codice giallo all’ospedale Fatebenefratelli con ustioni di primo grado al volto, di secondo grado al collo e bruciori a un occhio.

Era da due giorni che la 43enne stava cercando di colpire la sua vittima: venerdì è stata notata sotto casa del giovane uomo. A dare l’allarme, è stato riferito, sono stati i vicini: l’hanno vista che aspettava con una bottiglia in mano e si sono insospettiti. Quando però sono arrivate le forze dell’ordine lei si era già dileguata. Secondo inquirenti e investigatori quindi l’aggressione, dovuta al fatto che lui voleva troncare la loro relazione, era premeditata. Ora la donna, rintracciata nella serata di ieri a Genova mentre si apprestava a ritirare dei soldi da un postamat per garantirsi la fuga, è nel carcere Marassi in attesa dell’interrogatorio di convalida del gip genovese.