Pavia, anni di shopping compulsivo: giudice le toglie soldi e carta di credito

Pavia, anni di shopping compulsivo: giudice le toglie soldi e carta di credito
Pavia, anni di shopping compulsivo: giudice le toglie soldi e carta di credito

Pavia, 2 gennaio 2020 –  Vestiti, scarpe e borse griffate fino ad un totale di oltre 30mila euro. Acquisti compulsivi che, negli ultimi anni, erano diventati vera ossessione per una donna pavese di 49 anni che è stata riconosciuta affetta da shopping compulsivo.

Per questa ragione, per evitare il tracollo economico e garantire il conto corrente, i giudici pavesi hanno nominato per la donna un amministratore di sostegno, incaricato di gestire il denaro e il patrimonio, togliendo dalla sua disponibilita’ carte bancomat e carte di credito come richiesto dai familiari che hanno cercato di aiutarla a superare la malattia dello spendere.