“Operai morti alla Lamina, si va verso il patteggiamento: risarcimenti alle famiglie per 4 milioni”

60

Un patteggiamento della pena a 1 anno e dieci mesi. E’ questo l’accordo che la procura ha trovato con gli avvocati di Roberto Sammarchi, proprietario dell’azienda Lamina di via Rho a Milano in cui il 16 gennaio 2018 morirono quattro operai per la fuoriuscita di gas nella vasca di un forno per la lavorazione dei metalli. Un accordo che arriva dopo i risarcimenti che il proprietario dell’azienda ha pagato nei confronti delle famiglie, dell’Inail e dell’azienda per cui lavorava Marco Santamaria, l’elettricista esterno morto anche lui quel giorno insieme a Giuseppe Setzu e ai fratelli Arrigo e Giancarlo Barbieri. Risarcimenti per una cifra totale di circa 4 milioni di euro.

Stamani davanti al gup di Milano c’è stata la prima udienza. Oltre agli avvocati di Sammarchi (Roberto Nicolosi Petringa e Elena Benedetti) e i pm Gaetano Ruta e Letizia…
Leggi anche altri articoli su Milano o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer