Nuovi ambiti turistici, un sì “prudente” al gardesano – Giudicarie e Rendena

Nuovi ambiti turistici, un sì “prudente” al gardesano – Giudicarie e Rendena

Nuovi ambiti turistici, un sì “prudente” al gardesano – Giudicarie e Rendena 

comano terme. «Adelante, cum juicio», dice Ferrer nei “Promessi sposi” durante la sollevazione di Milano. Avanti, ma piano, pure nell’ambito gardesano! È la fotografia del Consiglio d’amministrazione dell’Apt Terme di Comano Dolomiti di Brenta, da poco insediato, che ha formalizzato in un documento la sua posizione in merito alla vexata quaestio degli ambiti turistici. Il Cda riunitosi per lo scottante argomento ha preso una posizione univoca, ancorché difficile perché sul crinale fra due posizioni, quella “meridionale” favorevole al collegamento con l’Alto Garda e quella “settentrionale” favorevole invece all’ambito della Paganella-Gruppo di Brenta.

In questa prospettiva l’Apt esprime innanzitutto un sostanziale accordo sulla necessità di aggiornare la norma relativa a uno dei principali comparti economici del Trentino, visti i profondi cambiamenti in questi ultimi anni nel mondo del turismo.

«L’Apt Terme di Comano – scrive fra l’altro il Cda – ha chiesto alla politica un occhio di riguardo alla salvaguardia del rapporto stretto attraverso il territorio, pur nel contesto dell’aggregazione con la realtà del Garda. Aggregazione che viene vista come un’opportunità di crescita in un’ottica di complementarietà, certi di poter portare nella nuova realtà motivazioni ed esperienze diverse e integrative rispetto a quelle già presenti nell’ambito del Garda Trentino e in grado quindi di aumentarne il…

seguici...sullo stesso argomento