Monza, il Parco invaso dai pappagallini

42

Monza, 10 gennaio 2019 – Sono le piume verdi  sgargianti dei parrocchetti, con la coda sfumata di blu e il becco rosso accesso, a colorare le chiome spoglie degli alberi d’inverno nel Parco. E non bisogna fare appostamenti di birdwatching per vederli ma basta alzare lo sguardo durante una passeggiata, in particolare vicino ai laghetti e nei giardini della Villa Reale, per trovare tra gli alberi stormi di pappagalli colorati, che come i merli, i passeri, i piccioni o le cornacchie volano tra un ramo e l’altro per mangiare bacche e semi. Da tempo si ripetono le segnalazioni di uccelli esotici nei boschi monzesi, e anche in città, e ormai se ne contano talmente tanti che non si tratta più di esemplari isolati scappati da una gabbietta, ma di colonie di animali che hanno trovato nel Parco un nuovo ambiente dove vivere e proliferare nonostante la loro origine sia l’Africa sub sahariana o l’India.

Leggi anche altri post monza-brianza o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer