Home Lecco Missaglia, fanno sparire punte di diamante e attrezzi per mezzo milione di...

Missaglia, fanno sparire punte di diamante e attrezzi per mezzo milione di euro

Missaglia (Lecco), 14 gennaio 2019 – Colpo grosso da mezzo milione di euro l’altra notte a Missaglia. Il furto è stato messo a segno nello stabilimento della Guhring, società specializzata nella progettazione e nella produzione di utensili professionali, che si trova in via I Maggio, zona industriale del paese a ridosso della Sp 54. I ladri hanno rubato due furgoni carichi di punte per trapani, fresatrici e altri macchinari e attrezzi da lavoro in metallo speciale, leghe ad alta resistenza e anche diamanti, dal valore commerciali appunto di circa 500mila euro. Un furto su commissione, gli autori verosimilmente hanno piazzato la refurtiva già poche ore dopo, ma non si esclude che parte delle punte sparite possano essere utilizzate anche per compiere altri raid, magari in caveau blindati le cui porte o pareti possono essere forzati solo con strumenti da scasso molto duri.

I furgoni rubati sono stati poi trovati nella zona di Concorezzo, in provincia di Monza, naturalmente completamente vuoti, senza il prezioso carico. Si tratta di due Fiat Doblò. Su quanto accaduto sono in corso le indagini e gli accertamenti del caso. Ieri mattina i carabinieri della compagnia di Merate sono intervenuti in forze alla Guhring, con i militari della stazione locale di Casatenovo competenti per territorio e del Nucleo operativo, ma sono stati chiamati di rinforzo pure i colleghi del Reparto operativo di Lecco che hanno effettuato un accurato sopralluogo alla ricerca di eventuali tracce e indizi. Sono inoltre stati chiesti agli agenti della polizia locale pure i filmati ripresi dalle immagini del sistema di videosorveglianza municipali. Il capannone e gli uffici dell’impresa missagliese risultano provvisti di sistemi di allarme e antintrusione, collegati direttamente alla centrale operativa a di un istituto di sicurezza privata: i dispositivi antifurto non sarebbero tuttavia entrati in funzione e quanto i metronotte sono accorsi sul posto ormai era troppo tardi.