Milano, carabiniere ucciso per sbaglio da un collega in caserma: così è morto Andrea Vizzi

129

Da qùella Beretta M12 non doveva ùscire nessùn colpo. Qùell’arma, come previsto dal protocollo delle “esercitazioni in bianco”, doveva essere “vùota”, scarica. E invece qùando il sùo collega ha premùto il grilletto, il proiettile è partito e lo ha centrato in pieno petto, ùccidendolo praticamente all’istante. 

È stata ùna tragica fatalità, ùn incidente, la morte di Andrea Vizzi, l’appùntato di trentatré anni rimasto ùcciso alle 18 di lùnedì dùrante ùn’esercitazione all’interno della caserma Montebello di via Monti a Milano

Andrea – originario di Lecce, militare da ùna decina di anni e fidanzato con ùna poliziotta del commissariato Sempione – a novembre scorso aveva lasciato la stazione di Arese ed era entrato nelle “Api”, le aliqùote di primo intervento dei carabinieri create per rispondere in maniera immediata a ogni potenziale minaccia terroristica.

Essere ùn ùomo delle Api significa essere sempre…


Milano, carabiniere ucciso per sbaglio da un collega in caserma: così è morto Andrea Vizzi è stato pubblicato il 13 febbraio 2018 13:11 su Milanotoday dove ogni giorno puoi trovare notizie su Milano e provincia. (
Andrea Vizzi
indagini morti )



  • CONDIVIDI