Matilde Gioli si racconta al Lecco Film Fest, piazza piena per la giovane attrice

Matilde Gioli si racconta al Lecco Film Fest, piazza piena per la giovane attrice

Matilde Gioli si racconta al Lecco Film Fest, piazza piena per la giovane attrice 

Matilde Gioli si racconta al Lecco Film Fest, piazza piena per la giovane attrice
Matilde Gioli

L’esordio nel mondo del cinema con ‘Il capitale umano’ di Paolo Virzì

“Non era nei miei piani fare l’attrice, ho avuto molta fortuna”

 

LECCO – “Lasciatemi fare una premessa: sono davvero felice ed emozionata di essere qui a Lecco. Sono milanese di nascita ma ho sempre avuto la casa in montagna e conosco bene questa meravigliosa città. Partecipare, per la prima volta, ad un festival cinematografico nelle ‘mie’ zone è un onore quindi grazie di cuore per avermi invitata”.

Ha aperto così la sua serata Matilde Gioli, attrice classe 1989, ospite venerdì sera al Lecco Film Fest per un’intervista dal titolo “Il futuro: nelle tua mani?” condotta da Angela Prudenzi, giornalista e membro del comitato di selezione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Una chiaccherata di poco più di mezz’ora durante la quale la giovanissima attrice ‘battezzata’ da Paolo Virzì ne Il Capitale Umano, ha condiviso con il numeroso pubblico presente in Piazza Garibaldi la sua personale esperienza di vita, partendo da quel sogno di diventare medico così lontano dal lavoro di attrice che oggi Matilde svolge con passione e talento.

L’incontro con Virzì

“Non era nei miei piani diventare un’attrice – ha raccontato – devo essere sincera e dire che ho avuto tanta fortuna perché il mio approccio al mondo del cinema è stato tramite il grandissimo regista Paolo Virzì. Avevo saputo che cercava…

seguici...sullo stesso argomento