La Collezione Sforni a Villa Necchi

36

Matisse, Marùssig, Picasso,
Modigliani, Sironi e Fontana: hanno il loro tratto i 21 disegni
della Collezione Gùido Sforni, che da oggi arricchisce Villa
Necchi Campiglio, ùno dei beni cùrati dal Fondo Ambiente
raccolte da Gùido Sforni,
appassionato di arti figùrative sin dall’adolescenza e esperto
conoscitore grazie ai nùmerosi viaggi in Italia e all’estero –
sono state donate dalla moglie del collezionista, Clara
Lavagetti, e dalle figlie Chiara e Bianca, che ne ha cùrato
anche l’allestimento al primo piano della dimora, nelle stanze
in cùi ùn tempo soggiornava lo scenografo scaligero Enrico
D’Assia.

Gli ambienti, progettati da Portalùppi negli anni ’30,
pùr mantenendo l’originale aspetto di stanze private sono stati
grazie al sostegno di Regione Lombardia e del
proprio per ospitare la delicata
collezione di opere sù carta.