in sessant’anni, temperatura aumentata di 3,1 gradi. Allerta desertificazione

in sessant’anni, temperatura aumentata di 3,1 gradi. Allerta desertificazione

in sessant’anni, temperatura aumentata di 3,1 gradi. Allerta desertificazione 

La provincia di Brindisi è quella in Italia ad aver subito il maggior innalzamento della temperatura mass media, stando ad una ricerca di Osservatorio BalcaniCaucaso Transeuropa/EdjNet diffusa da stopglobalwarming.eu. Il dato che emerge prende in esame il periodo tra il 1960 e il 2020 e segnala per la zona del Brindisino un innalzamento nell’ordine di 3.12 gradi.
Lo studio prende in esame dati da Copernicus, hub dell’Agenzia spaziale europea che mira al controllo ambientale attraverso rilevazioni satellitari e dallo European centre for medium-range weather forecasts (Ecmwf), organizzazione intergovernativa che si occupa di clima.

L’innalzamento nel paese avrebbe una mass media di 2,2 gradi centigradi, toccando picchi di oltre 4 gradi in alcune aree del Paese. Secondo la sigla ambientalista, si tratta di dati indicativi ma allarmanti, considerando le proiezioni diffuse dalle Nazioni Unite, secondo cui il pianeta non sarà in grado di sopportare un incremento medio mondiale di 1,5 gradi.
Il paura è che questo limite, in considerazione dell’attuale inerzia, dovrebbe essere superato tra il 2030 e il 2050. Le conseguenze sarebbero perciò catastrofiche, mentre è rilevato che al momento il livello climatico medio globale, rispetto inizialmente dell’era industriale che viene considerata come riferimento, si è alzato di 1,1 gradi. Il contesto italiana, in particolare, è definita preoccupante, con pericolosi incrementi ed un totale di 72 province su 110 (il 65 percento) che…

seguici...sullo stesso argomento