“In Lombardia non è andato tutto bene”, PD in piazza per cambiare la riforma sanitaria

“In Lombardia non è andato tutto bene”, PD in piazza per cambiare la riforma sanitaria

“In Lombardia non è andato tutto bene”, PD in piazza per cambiare la riforma sanitaria 

“In Lombardia non è andato tutto bene”, PD in piazza per cambiare la riforma sanitaria

Sabato i banchetti del PD in 12 province lombarde e forum di discussione on line

“Il sistema sanitario lombardo non ha retto l’emergenza. Dobbiamo cambiarlo”

LECCO / MILANO – Oltre cento banchetti in tutte le province della Lombardia a partire da domani, sabato 18 luglio, e per i prossimi due fine settimana per avviare un confronto con i cittadini sulla Sanità lombarda, dopo quelle che il PD giudica “le gravi mancanze dimostrate dalla Regione” durante i mesi più bui dell’emergenza Covid19.

È questo l’obiettivo del Partito Democratico della Lombardia che, insieme al gruppo consigliare regionale, presenta oggi una campagna dal titolo “In Lombardia non è andato tutto bene, è ora di cambiare”.

Il messaggio, che comparirà su manifesti e volantini ma anche sul web, sarà poi declinato con le proposte del PD per cambiare la legge 23 del 2015, la riforma della sanità lombarda voluta da Maroni e approvata dal Governo come sperimentale, con verifica a cinque anni. A partire da ora e per i prossimi mesi in Regione si aprirà dunque la discussione per la sua revisione.

Il Partito Democratico intende allargare più possibile la discussione, ed è per questo che, dopo un primo incontro del 3 luglio in cui ha aperto quattro tavoli di lavoro a circa 300 tra esperti, operatori, parlamentari e amministratori, ora inaugura anche un confronto sul sito www.pdlatua.it, dove da domani sarà attiva un’area di dibattito e un sondaggio…