Il risiko Milano-Lombardia con TreNord, Serravalle e Pedemontana

Il risiko Milano-Lombardia con TreNord, Serravalle e Pedemontana

Il risiko Milano-Lombardia con TreNord, Serravalle e Pedemontana 

Il 28 luglio è stato annunciato l’avvio del progetto di Regione Lombardia per la razionalizzazione del sistema dei trasporti che comprenderà sia TreNord che le autostrade. L’approfondimento di Walter Galbusera

 

Il 28 luglio scorso è stato annunciato l’avvio del progetto di Regione Lombardia per la razionalizzazione del sistema dei trasporti che comprenderà sia TreNord che le autostrade. Non è la prima volta che si tenta di dar vita a sistemi integrati, in dopo il progetto che avrebbe potuto coinvolgere pure tram, bus e metropolitane dell’area provinciale milanese non giunse a buon fine.

Il consiglio della Regione ha autorizzato la cessione a FNM (Ferrovie Nord Milano), holding di Regione Lombardia controllata al 57,5% e quotata in Borsa, della intera partecipazione dell’82,4% detenuta da Regione Lombardia in Serravalle (la società che controlla tra l’altro la A7 da Milano a Serravalle Scrivia e le tre tangenziali milanesi) per un ammontare di 519, 2 milioni. Come contropartita la regione destinerà parte del ricavo, pari a 350 milioni, a ricapitalizzare Autostrada Pedemontana Lombarda, a sua volta controllata sinora da Serravalle al 78,97% (soci di minoranza Intesa al 17,37 UBI al 3,34% e la viennese Bauholding Betailigungs AG allo 0,32%). Sottoscrivendo la ricapitalizzazione la Regione avrebbe la maggioranza di Pedemontana per oltre il 60%, diluendo la presenza degli altri soci e verrebbe così esclusa contestualmente ogni ipotesi di…

seguici...sullo stesso argomento