Il doppiatore Fabrizio Mazzotta: “Krusty il Clown dei Simpson? In realtà sono io”

Il doppiatore Fabrizio Mazzotta:
Il doppiatore Fabrizio Mazzotta: "Krusty il Clown dei Simpson? In realtà sono io"

Milano, 28 gennaio 2020 –  Fabrizio Mazzotta è uno dei doppiatori più noti. Da 30 anni, è la voce di Krusty il Clown, protagonista della fortunata serie animata Simpsons. Nato a Monza, 57 anni, ha iniziato a recitare da bambino. Oggi è regista, doppiatore, fumettista, insegnante e innamorato pazzo di Parigi.

Fabrizio, come è nata la passione per il doppiaggio?
“I miei genitori abitavano a Villa Santa. È stata mia mamma ad avvicinarmi alla recitazione. Da piccolino, a 4/5 anni, già recitavo in caroselli e film. Ricordo che, in alcuni lavoretti che facevo, c’era l’esigenza di doppiarsi e io, quindi, ho cominciato a doppiare me stesso e mi è piaciuto moltissimo””.

Come l’hanno presa i suoi genitori la decisione di diventare un artista del doppiaggio?
“Mia madre è sempre stata la prima a sostenermi, tanto che è stata lei la prima a portarmi ai provini. Mio padre era un po’ preoccupato che perdessi di vista la scuola.

Ha doppiato tantissimi personaggi dei cartoni animati…
“A dire il vero, inizialmente non me li facevano doppiare. Dicevano che la mia voce non andava bene. Devo ringraziare Rino Mencuccini, direttore di doppiaggio, che mi ha dato fiducia. La prima vocetta l’ho fatta nei Flintstones di Hanna & Barbera. Importante anche l’aiuto di Willy Moser”.

Da Peline a Goldrake, la sua voce è diventata poi notissima…
“Willy Moser era il direttore del doppiaggio di Goldrake, Peline, Mila&Shiro e io ne ho fatto parte. È stato bellissimo”.

E Goldrake?
“Doppiavo Mizar. Ricordo che non mi piaceva Goldrake. Al doppiaggio lo vedevo in bianconero e in giapponese. Poi l’ho visto in TV, a colori e mi sono appassionato”.

Lei è noto soprattutto per essere la voce di Krusty il Clown nei Simpsons?
“Devo ringraziare Tonino Accolla (Homer Simpsons, nda). Mi ha chiamato, ho fatto dei provini e mi hanno preso. Sono orgoglioso di doppiare Krusty il Clown da 30 anni”.

Ha qualcosa in comune con il personaggio Krusty?
“Forse sono, in alcune occasioni, un po’ cinico come è Krusty ma sono anche un romanticone. Sicuramente posso dire che mi diverte tantissimo doppiarlo. È un personaggio speciale, unico, irriverente e divertente”.

Lei fa molto altro: dai fumetti al regista…
“Ho fatto delle sceneggiature per Il Topolino. Adoro i fumetti di Spider-Man e faccio il direttore di doppiaggio, oltre ad insegnare doppiaggio”.

Quali altre passioni coltiva?
“Adoro il cinema e viaggiare. Andrei subito a vivere a Parigi, la città che ho più nel cuore”.