Il commento: Due domande necessarie

184

Gentile assessore Galli, la sua lettera al Corriere di Como lascia aperte due questioni di non poco conto. Sulle quali vorremmo avere una risposta da parte sua. Prima questione: lei sostiene di voler «portare a Palazzo Terragni l’Archivio del Moderno», ma poi parla di una parte dell’edificio, quella «posteriore», tuttora «occupata dai dipendenti dell’Ats».

L’impressione, ma ci smentisca, è che lei confonda la Casa del Fascio di Giuseppe Terragni con l’ex Uli di Cesare Cattaneo e Pietro Lingeri. Seconda questione: quando ha ipotizzato un diverso utilizzo della Casa del Fascio, ha avuto l’assenso del ministero dell’Economia o del comando generale delle Fiamme Gialle? Se fosse così, sarebbe una notizia non da poco. Diversamente, la sua pur lodevole intenzione rimarrebbe un sogno.

Leggi anche altri post Como o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer