“Milano Capodanno for future”: è la serata con cui stasera il Comune in piazza Duomo dirà addio al 2019 e accoglierà il 2020, alla quale sono attese 20 mila persone. Dalle 20 a mezzanotte diversi artisti si alterneranno sul palco: il social dj set (format di Billboard), M¥ss Keta, i milanesi Coma_Cose e, a chiudere, i bolognesi dello Stato Sociale.

Capodanno a Milano, la sicurezza e i divieti

Al concerto in piazza Duomo si potrà accedere attraverso otto varchi, presidiati da metal detector e forze dell’ordine: in campo almeno 250 tra poliziotti e carabinieri, oltre ai 70 vigili e ai militari dell’esercito. L’invito del Comune è quello di lasciare a casa zaini e borse, per agevolare i controlli. L’ordinanza per la sicurezza della serata prevede il divieto di “introdurre, depositare al suolo, detenere, trasportare, cedere o ricevere a qualsiasi titolo bottiglie e contenitori di vetro, lattine, bottiglie di plastica chiuse con tappo, aste per selfie e spray urticante”. Limitazioni che valgono sia per piazza Duomo sia nel raggio di 200 metri (agli angoli con le vie Mazzini, Mengoni e San Raffaele), via cardinale Martini angolo Palazzo Reale, via Palazzo Reale angolo Pecorari, Galleria Vittorio Emanuele fino all’Ottagono, via Pellico angolo via Cattaneo, via Marconi angolo via Dogana, via Mercanti angolo via Mengoni e nelle vie Foscolo, Orefici e Torino all’angolo con piazza Duomo. Il divieto, che vale anche per fuochi d’artificio, petardi, botti o razzi, è valido dalle 13 di oggi fino alle 3 del mattino di domani. I negozianti possono vendere bevande se spillate e versate in bicchieri di carta e plastica. Non si possono vendere bottiglie di vetro o latta: consumare bibite in contenitori di vetro, infatti, è permesso solo all’interno dei locali e solo per le ordinazioni al tavolo. È proibita anche la vendita di superalcolici e il consumo all’esterno, mentre è consentito dentro i bar. L’ordinanza vieta, infine, il commercio ambulante sull’area pubblica, compresi i cosiddetti “truck food”.

Capodanno a Milano, il trasporto pubblico

L’ingresso in piazza Duomo sarà consentito fino alla capienza massima di circa 20 mila persone. La zona del sagrato del Duomo sarà riservata a persone con disabilità e ai loro familiari con accesso consigliato dal varco di piazza Fontana. La stazione del metrò Duomo dalle 17 fino a termine servizio sarà chiusa. Per raggiungere la piazza si possono usare le stazioni vicine di Cordusio, San Babila, Montenapoleone e Missori. Per cambiare linea, si dovrà andare a Cadorna, Loreto o Centrale. Dalle 14,30 deviano anche i tram delle linee 2, 3, 12, 14, 16 e 19. Il concerto finirà a mezzanotte e un quarto per consentire a tutti di tornare a casa con i mezzi pubblici. Il servizio delle metropolitane è prolungato (M1 e M2 solo sulle tratte urbane: tra Molino Dorino-Bisceglie e Sesto e tra Cascina Gobba e Abbiategrasso) con gli ultimi passaggi in centro alle 2 di notte circa. Mentre le linee sostitutive notturne (NM1-NM2-NM3) iniziano il servizio intorno all’1,30.

Capodanno a Milano, le cene e i musei

Per chi avesse voglia di cultura a cavallo di Capodanno le mostre allestite nelle sedi espositive comunali (Palazzo Reale, Pac e Mudec) resteranno aperte oggi dalle 9,30 alle 14,30 (fino alle 14 al Mudec) mentre domani le porte saranno aperte dalle 14,30 alle 19,30.

Per il cenone di San Silvestro stasera si sono prenotati in 400 mila nei ristoranti di Milano, Monza Brianza e Lodi: oltre il 7 per cento dei cenoni italiani per una spesa di più di 39 milioni di euro. Lo stima l’Ufficio studi di Confcommercio Milano. Un cenone che qui costerà in media 95 euro a persona: “Nei menu del cenone di Capodanno — dichiara Lino Stoppani, presidente di Epam, l’associazione milanese dei pubblici esercizi e Fipe, la Federazione nazionale — si unisce la tradizione con la modernità della cucina italiana”.