Elena morì nel rogo in ospedale: “Mai più contenzione nelle strutture sanitarie”

Elena morì nel rogo in ospedale: “Mai più contenzione nelle strutture sanitarie”

Elena morì nel rogo in ospedale: “Mai più contenzione nelle strutture sanitarie” 

Il Forum delle Associazioni per la Salute Mentale di Bergamo, l’Unione Regionale Associazioni Salute Mentale Lombardia e la campagna “…e tu slegalo subito” ricordano Elena Casetto, la giovane scomparsa il 13 agosto 2019 nel suo letto del reparto di Psichiatria dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in seguito a un incendio.

“È passato un anno dalla morte di Elena Casetto, giovane donna di 19 anni ricoverata nel Servizio psichiatrico dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, legata al letto, e trovata carbonizzata, sola, in una stanza chiusa a chiave.

Il 13 febbraio scorso a Bergamo, a sei mesi dalla sua morte, presente la madre, il Forum Associazioni per la salute mentale di Bergamo, l’Unione Regionale Associazioni per la Salute Mentale Lombardia, la campagna …e tu slegalo subito, la Conferenza nazionale Salute Mentale hanno ricordato Elena e messo le basi per l’appuntamento del 2 aprile ‘Città libere da contenzione’ perché da quella morte prendesse avvio un processo per l’abolizione della contenzione nei servizi socio sanitari, con l’impegno delle istituzioni e della comunità tutta.

Avevamo chiesto al Sindaco Gori di diventare il ‘garante’ di questo processo.

seguici...sullo stesso argomento