Home Milano È morto Vittorio Fusari, rinomato chef tra Brescia, Bergamo e Milano

È morto Vittorio Fusari, rinomato chef tra Brescia, Bergamo e Milano

È morto Vittorio Fusari, rinomato chef tra Brescia, Bergamo e Milano
È morto Vittorio Fusari, rinomato chef tra Brescia, Bergamo e Milano

BRESCIA – È morto a causa di un malore improvviso lo chef bresciano Vittorio Fusari, 66 anni. Nel Bresciano aveva fondato nel 1981 l’osteria Il Volto a Iseo, ma in carriera era stato chef anche nel rinomato ristorante Balzer di Bergamo, e al Pont de Ferr a Milano.

Fusari ha studiato filosofia e prima di diventare cuoco è stato capostazione. Per alcuni mesi è stato un allievo del maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi ed è stato uno dei protagonisti della cucina italiana contemporanea.

Scrivevano Enzo e Paolo Vizzari: “Si parla troppo poco di lui, cuoco umile con lo sguardo buono che all’inizio degli anni ’80 s’inventò il mitico Volto a Iseo, il locale di ritrovo dei pionieri della Franciacorta dove, affianco ai fedeli calicisti, approdavano i primi curiosi attratti in zona da piccole e promettenti cantine come Bellavista o Ca’ del Bosco. Un passaggio nella brigata di Gualtiero Marchesi fece poi cambiare a Vittorio il modo di pensare la cucina, e da allora le sue idee non sono più rimaste ferme, filtrate attraverso stimoli sempre nuovi e aperture di varia natura”.