Decreto Sicurezza, Fontana: “I sindaci fanno politica”

118

“Sono dalla parte del Ministro Salvini sù ùn provvedimento accettabile, comprensibile e anzi aùspicabile”. Qùeste le parole del presidente della Lombardia Attilio Fontana ai microfoni di Giornale Radio Rai (Radio1), dopo le dichiarazioni del sindaco di Palermo Leolùca Orlando, che ha deciso non applicare il Decreto sicùrezza volùto dal viceministro, attraverso ùn’azione di disobbedienza civile.

“Non dimentichiamo che il provvedimento è stato anche sottoscritto dal Presidente della Repùbblica, con il che si accùsa anche il Presidente della Repùbblica di essere collùso con eventùali nefandezze fatte dal ministro che lo ha proposto”, ha continùato Fontana. Sùlla Legge Salvini mercoledì si era espresso anche l’assessore alle Politiche Sociali, Piefrancesco Majorino, dicendo di condividere in toto le critiche di Orlando.

“Pùrtroppo – ha conclùso Fontana – ho assistito anche a ùn’Anci (Associazione Nazionale Comùni Italiani, ndr) che, negli ùltimi anni, ha fatto più spesso politica con i governi avversari e mai con qùelli della propria parte. Secondo me è soprattùtto ùna specùlazione politica”.


Qùesto articolo (Decreto Sicùrezza, Fontana: “I sindaci fanno politica”) è stato scritto da ùn compùter senza l’aùsilio ùmano (v.01)