Home Cremona Crema, litiga col marito e cade dalla finestra

Crema, litiga col marito e cade dalla finestra

Crema (Cremona), 7 gennaio 2020 – Lite in famiglia con volo dalla finestra, ieri nel pomeriggio, intorno alle 17. In via Bramante a Crema due coniugi stranieri litigano. Con loro c’è la figlia minore. Sembra che dalle parole i due passino in fretta ai fatti. L’uomo strattona la moglie, che cerca di liberarsi. Lui la tira a sé, ma la moglie si agita violentemente, fino a liberarsi. Ma quando il marito lascia la presa, lei perde l’equilibrio, fa due passi indietro e finisce contro la finestra che si apre. La famiglia abita al primo piano delle case popolari di via Bramante, sopra la pizzeria Santa Lucia, la donna cade dalla finestra, ma fortunatamente il volo è di solo un metro, in quanto all’esterno e tutto intorno c’è un balcone.

Purtroppo atterra su una lastra in plexiglass che va in frantumi e a quel punto si ferisce. Qualche taglio che originano una leggera perdita di sangue. La donna è impaurita e non intende rientrare in casa. Qualcuno ha sentito prima le urla e poi il rumore della finestra in frantumi e chiama le forze dell’ordine. In pochi minuti arrivano carabinieri e ambulanza, seguiti dai vigili del fuoco. La donna è sul balconcino e non riesce a scendere. I pompieri appoggiano una scala alla ringhiera e la raggiungono. La donna, una quarantina d’anni, è a piedi nudi e piuttosto impaurita e infreddolita. Tuttavia, rassicura i suoi soccorritori. Ha in mano un fazzoletto dove si nota qualche goccia di sangue, ma non sembra avere ferite preoccupanti o fratture, tanto che lei stessa afferma di essere in grado di scendere dalla scala dei pompieri per raggiungere il piano terreno. Quando arriva, viene presa in consegna dagli uomini dell’ambulanza che la portano in pronto soccorso. Da quel che se ne sa, non avrebbe riportato traumi preoccupanti, anche se è stata trattenuta in osservazione all’ospedale.

Nel frattempo, i carabinieri raggiungono il marito, lo fanno uscire da casa e lo portano in caserma dove viene interrogato e anche la bambina viene accompagnata in caserma. L’uomo darà la sua versione dei fatti, mentre la donna, quando si sarà rimessa e sarà in grado di parlare, dovrà raccontare la sua verità perché da quel che ne uscirà sarà formulato il capo di imputazione che potrebbe essere tentato omicidio se si scoprirà che l’uomo ha spinto la donna fuori dalla finestra o al massimo maltrattamenti in famiglia, qualora si sia trattato di un incidente.