Al Creberg «Sul bel Danubio blu», equivoci e tradimenti

Al Creberg «Sul bel Danubio blu», equivoci e tradimenti
Al Creberg «Sul bel Danubio blu», equivoci e tradimenti

Al Creberg «Sul bel Danubio blu», equivoci e tradimenti

bandito il malumore, di scena l’operetta. Non una qualsiasi, ma un grande classico: Sul bel Danubio blu di Johann Strauss, domenica alle 15.30 al Creberg per la stagione di Operetta della Fondazione Teatro Donizetti. il simbolo di un mito che ancora oggi vive e si rinnova — commenta Corrado Abbati, dell’omonima compagnia —. l’espressione di voglia di vivere e di fare festa. Fra un valzer e l’altro si consuma la storia di un gruppo di amici. Gabriel von Eisenstein, ricco gentiluomo di campagna, stato condannato, per diffamazione, a qualche giorno di prigione.

Sta per costituirsi, quando riceve la visita dell’amico dottor Falke, che lo invita alla festa del principe Orlofsky. Eisenstein accetta: prima la festa, poi la prigione. La…


fonte