Home Milano Coppia di anziani sorpresa a rubare al super per fame: i carabinieri...

Coppia di anziani sorpresa a rubare al super per fame: i carabinieri fanno una colletta per la spesa

Coppia di anziani sorpresa a rubare al super per fame: i carabinieri fanno una colletta per la spesa
Coppia di anziani sorpresa a rubare al super per fame: i carabinieri fanno una colletta per la spesa

Da un triste episodio di solitudine e disagio è nata una bella storia di solidarietà: nei giorni scorsi in un discount in viale Lombardia a Castellanza (nel Varesotto) una coppia di anziani – entrambi over 80 – era stata sorpresa durante un tentativo di furto. I due, marito e moglie, avevano cercato di nascondere alcune buste di affettati, confessando poi ai carabinieri di essere stati spinti dalla fame. I soldi non bastavano per arrivare alla fine del mese e loro non avevano visto alternative. La donna si era anche sentita male per la vergogna dopo essere stata scoperta. La direzione del supermercato non ha sporto denuncia e quindi l’episodio si sarebbe concluso senza conseguenze, ma i carabinieri della stazione cittadina non hanno voluto abbandonare i due anziani. Così, dopo aver fatto una colletta, si sono presentati alla loro porta con un’abbondante spesa.

Il gesto dei militari ha spinto anche il Comune a intervenire: “A Castellanza non può e non deve più succedere che ci siano persone costrette a rubare per fame – spiega l’assessora alle Politiche sociali Cristina Borroni – Il servizio sociale comunale garantisce la riservatezza e l’attivazione di una rete di servizi e sul territorio opera un’associazione che distribuisce pasti e alimenti freschi e a lunga conservazione”. Proprio a Castellanza è nata infatti nel 2008 La Mensa del Padre Nostro, che può contare su una sessantina di volontari e ogni giorno nutre gratuitamente oltre cento famiglie. “Mi rivolgo a chi sta vivendo un momento complicato: chiedete aiuto, vincete la paura o la vergogna – sottolinea il presidente dell’associazione Adriano Broglia – Così, una volta superato il periodo di difficoltà, potrete offrire il vostro contributo nello stimolare la nostra comunità a essere sempre più attenta e solidale con chi è più fragile”.