Como, si ritrova in un video hard e denuncia l’ex – Cronaca

Como, si ritrova in un video hard e denuncia l’ex – Cronaca

Como, si ritrova in un video hard e denuncia l’ex – Cronaca 

Como, 1 agosto 2020 – La denuncia è partita da una donna comasca con cui aveva avuto una breve relazione, che ha trovato online i video degli incontri sessuali avuti con quell’uomo. Immagini realizzate e diffuse a sua totale insaputa. Ma a casa di Giovanni Carnovali, operaio trentaseienne di Lierna, gli agenti della polizia postale di Como hanno trovato una quantità di video e foto analoghi, le password preimpostate di un account che collega a un sito dedicato a questo genere di contenuti, e altri materiali di interesse, finiti sotto sequestro.

L’uomo è stato indagato con l’accusa di “revenge porn“, il nuovo reato previsto dal Codice Rosso entrato in vigore ad agosto dello scorso anno, relativo alla diffusione sul web di immagini o video privati a sfondo sessuale, senza il consenso della persona ritratta. La competenza è distrettuale, e procede la Procura di Milano, con pene che prevedono la reclusione da uno a sei anni e la multa da 5 a 15mila euro.

All’interno del computer di Carnovali, la polizia ha trovato una quantità di cartelle, intestate a nomi di donne, ognuna delle quali conteneva video a contenuto sessuale: riprese degli incontri avuti con l’uomo, realizzati presumibilmente con una telecamera nascosta. In un caso, la cartella conteneva 120 video con protagonista la stessa donna, in altri dai tre ai quattordici. Tutte donne che ora la Polizia Postale cercherà di identificare, per capire se avevano consapevolezza della loro…

seguici...sullo stesso argomento