Como, crolla un controsoffitto allo stadio Sinigaglia

Como, crolla un controsoffitto allo stadio Sinigaglia
Como, crolla un controsoffitto allo stadio Sinigaglia

Como, 11 gennaio 2020 – In attesa di essere rimesso a nuovo, chissà quando, lo stadio Sinigaglia cade letteralmente a pezzi come hanno potuto constare i dirigenti del Calcio Como al rientro dalle vacanze di Natale. Nell’ex sala dei trofei che oggi viene utilizzata come area hospitality per le partite casalinghe del Como si sono staccati pezzi di controsoffitto che sono caduti sui tavoli e sul pavimento.

C’è troppo poco tempo per sistemarli in tempo per la partita che si giocherà domenica contro il Gozzano e così si è deciso di chiudere a metà la sala, non prima di essersi assicurati che il resto del controsoffitto non cada in testa al pubblico. È solo l’ennesima disavventura per il Sinigaglia che sarà anche «lo stadio più bello d’Italia» come amano definirlo i tifosi, ma di sicuro ha bisogno di una ristrutturazione urgente. Da mesi si susseguono appelli, prese di posizioni e proclami che però hanno prodotto poco o nulla di concreto. La società già l’estate scorsa aveva chiesto di poter contare su un raddoppio della concessione per poter presentare un piano economico serio in grado di assorbire i costi, milionari, necessari per trasformare il Sinigaglia in uno stadio moderno. Da Palazzo Cernezzi sono arrivate rassicurazioni, ma per ora nessun atto concreto anzi non si sa nulla neppure della perizia di stima fatta nei giorni scorsi.