Castelleone, finì incastrato con l’auto sui binari: “Era al volante ubriaco e drogato”

Castelleone, finì incastrato con l’auto sui binari:
Castelleone, finì incastrato con l’auto sui binari: "Era al volante ubriaco e drogato"

Castelleone (Cremona), 9 gennaio 2020 – Ubriaco e drogato. Questo il responso dall’ospedale per quanto riguarda le condizioni dell’ivoriano di 28 anni che la sera del 13 dicembre con la sua auto aveva travolto le transenne che impedivano l’accesso alle rotaie del treno, restando incastrato nelle stesse e venendo salvato da un passante pochi istanti prima dell’arrivo del treno. La sera del 13 dicembre lo straniero era arrivato nei pressi del passaggio a livello della stazione, proveniente da Fiesco. In quel periodo il transito era interdetto perché si stavano eseguendo lavori ai binari e la strada era chiusa da una serie di impedimenti evidenziati da una rete rossa, mentre le sbarre risultavano alzate. Incurante di tutto questo, l’uomo, domiciliato a Soresina, aveva divelto le barriere e aveva cercato di passare. Ma il notevole dislivello, per i lavori in corso, tra la strada e le rotaie aveva finito per far restare incastrata la Lancia Musa dell’uomo. Senza più riuscire a muoversi, l’ivoriano, anziché scendere in tutta fretta, era rimasto al posto di guida. Per sua fortuna un castelleonese, M.L. 47 anni, residente poco distante, stava facendo la sua passeggiata serale, nonostante la pioggia.

L’uomo ha visto l’auto e ha avvertito la stazione di quel che stava accadendo. Ma proprio mentre stava parlando si era reso conto del sopraggiungere del treno. Ha notato che nell’auto c’era una persona e ha cercato di richiamare la sua attenzione, senza ricevere risposta. A quel punto, col treno in arrivo, il castelleonese ha aperto la portiera e tirato fuori a viva forza il 28enne, pochi momenti prima che la locomotiva si abbattesse sull’auto, trascinandola per una ventina di metri. L’ivoriano era poi stato portato in ospedale per essere visitato e verificare il suo stato. Ieri sono arrivati i risultati: lo straniero è risultato ubriaco con un tasso alcolico oltre quattro volte superiore al consentito e positivo al test sugli stupefacenti. L’uomo è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di droghe, oltre che per interruzione di pubblico servizio e la patente di guida gli è stata revocata.