Capodanno cinese 2020, inizia l’anno del topo: ecco gli eventi da non perdere a Milano

Capodanno cinese 2020, inizia l'anno del topo: ecco gli eventi da non perdere a Milano
Capodanno cinese 2020, inizia l'anno del topo: ecco gli eventi da non perdere a Milano

Milano, 23 gennaio 2020 – L’inizio del nuovo anno del calendario lunare cinese è ormai alle porte: il 25 gennaio, infatti, si entrerà ufficialmente nel tanto atteso Anno del Topo.  L’elemento naturale attributo del topo per quest’anno è invece il Metallo. L’animale Topo, che è il primo segno dello zodiaco cinese, rappresenta la prosperità materiale – e quindi il denaro – è per questo motivo foriero di ricchezza, ma porta anche al tempo stesso fascino, ordine, morte, guerra, peste e atrocità. Il segno equivalente nell’astrologia occidentale è il Sagittario, la pietra di riferimento il granato e i colori fortunati il nero, il rosso e il bianco.

In tutta Italia le varie comunità cinesi si stanno preparando per celebrare il Capodanno, con grandi festeggiamenti che dureranno ben due settimane. Come sempre non mancheranno le celebrazioni anche nella Chinatown milanese, in zona Paola Sarpi, cuore della festa nel capoluogo meneghino, con la famosa e coloratissima sfilata del Dragone cinese, seguita dalle varie scuole di danza ed arti marziali che, a tappe, tra dragoni di carta, ombrellini colorati, figuranti, si esibiranno nel pomeriggio con partenza in Piazza Gramsci. L’evento è a cura dell’Associazione Diamoci La Mano con la partecipazione di tutte le associazioni cinesi di Milano. Ma gli appuntamenti sono anche in altre zone della città.

La sfilata del DragoneLA SFILATA DEL DRAGONE – A Milano si svolge la tradizionale sfilata del Dragone cinese. Nella Chinatown di Milano – addobbata a festa con le tipiche decorazioni rosse che in Cina simboleggiano il buon augurio di Capodanno – anche quest’anno l’appuntamento è con la grande sfilata allegorica: la data non è ancora stata ufficializzata, ma è possibile che – cadendo quest’anno il Capodanno cinese nel weekend ed essendo sempre la domenica il giorno della sfilata – possa svolgersi domenica2 febbraio, come sempre con percorso che parte da piazza Gramsci e arriva in piazza Baiamonti percorrendo via Paolo Sarpi.

Topo Cathay PacificMAXI INSTALLAZIONE – Cathay Pacific, compagnia aerea con sede a Hong Kong, per il secondo anno consecutivo ha deciso di festeggiare questa importante ricorrenza in un modo davvero unico e speciale. Un ambient media, dedicato proprio all’inizio del nuovo anno dello zodiaco cinese, ravviverà la città di Milano dal 24 al 30 gennaio, invitando il pubblico a lasciarsi stuzzicare dalle esclusive offerte di Cathay Pacific. Una grande installazione scenografica a forma di topo, alta oltre 2 metri e ideata dall’agenzia di comunicazione integrata Pr & Go Up Communication Partners, sarà posizionata in corso Como angolo Viale Pasubio e per una settimana animerà i festeggiamenti che si terranno in città, attirando l’attenzione di grandi e piccoli della comunità cinese e non solo. I nati sotto il segno del topo sono molto attivi e pieni di energia, l’inizio del nuovo anno può essere la giusta occasione per concedersi un po’ di riposo approfittando della convenienza dei voli Cathay Pacific. Per l’occasione, infatti, la Compagnia lancerà un’esclusiva promozione che permetterà di volare in tantissime destinazioni come Hong Kong, Cina, Sud-est asiatico e Australia a prezzi particolarmente vantaggiosi. L’hashtag #DecollaColTopo permetterà di condividere sui social le proprie foto con il simpatico topo firmato Cathay Pacific.

MONTENAPOLEONE –  Si festeggia il Capodanno Cinese anche in via Montenapoleone, fulcro della moda di alta gamma. Dal 24 gennaio al 9 febbraio ci saranno vetrine a tema, progetti artistici che richiamano la cultura orientale, prodotti personalizzati per la clientela cinese e cerimoniali di vendita customizzati, tra cui l’omaggio delle celebri buste rosse, colore di buon auspicio secondo la tradizione cinese. Oltre alle degustazioni di tè cinesi, verranno proposte capsule collection ispirate al Topo e nella via sarà allestita la mostra fotografica Living in Shanghai di Aldo Fallai.

Chinamen al MudecCHINAMEN AL MUDEC – Giovedì 30 gennaio, a 3 anni di distanza dal grande evento dedicato alla storia della collettività cinese a Milano, promosso da Comune di Milano e Mudec, un incontro di taglio artistico e culturale per celebrare l’edizione cinese del saggio a fumetti “Chinamen” e festeggiare insieme il Capodanno. La pubblicazione del volume Chinamen per l’editore DangDang (unico fumetto italiano pubblicato in Cina) segna un punto decisivo nella fase di restituzione di questo progetto. Finalmente, la storia e le origini della piccola Chinatown di Milano diventano un patrimonio condiviso per italiani e cinesi. Chinamen è stata un’impresa partecipata e, insieme agli autori Ciaj Rocchi e Matteo Demonte, saranno presenti tutte le realtà che, negli anni, hanno creduto importante condividere e sostenere questa storia di integrazione. Apre l’incontro Filippo del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano. Seguono gli interventi di: prof. Daniele Brigadoi Cologna, curatore scientifico della mostra e dell’intero progetto (Università dell’Insubria e socio fondatore di Codici); prof. Alessandra Lavagnino e dott. Jin Zhigang direttori dell’Istituto Confucio dell’Università Statale di Milano; Francesco Boggio Ferraris direttore della Scuola di Formazione Permanente della Fondazione Italia Cina; Erik Mu (Associna) e Alessandro Cheung (Uniic), rappresentanti delle più importanti associazioni cinesi di seconda generazione a Milano. L’incontro, tradotto in diretta anche in lingua cinese dai ragazzi dell’Associazione Studentesca della Cattolica, sarà presentato e moderato da Dario Di Vico (Corriere della Sera) e Lala Hu (Università Cattolica di Milano). In chiusura, come segno di buon auspicio, le ragazze della teieria Xingcha presenteranno una cerimonia del tè che verrà poi offerto a tutti i presenti.

Drago cineseLABORATORIO AL MUSEO DELLE CULTURE – Sabato 25 gennaio, il Museo Popoli e Culture del Centro PIME di Milano, propone un evento ad hoc nell’ambito del format Al Museo in Famiglia, dedicato ai bambini dai 6 agli 11 anni accompagnati dai genitori. Come sempre la preziosa collezione del Museo offrirà uno spunto per le varie attività: osservando i preziosi abiti della dinastia Qing (1644-1911) su cui sono ricamati gli animali di buon auspicio ai tempi della dinastia imperiale, i bambini scopriranno il significato delle maschere indossate per le parate del Capodanno Cinese: il dragone, simbolo di potenza, saggezza e fortuna e il leone, icona sacra e apotropaica.  Dopo un breve focus su storia e tradizioni di questa antichissima ricorrenza, i piccoli potranno creare con carta e colori la propria maschera portafortuna e portarla a casa come ricordo. Museo Popoli e Culture, Centro PIME, Milano, via Monterosa 81, Metro Lotto o Amendola Fiera. Biglietto: € 3 a partecipante. L’appuntamento fa parte della campagna 2020 “Un’altra Cina”, ciclo di eventi che celebra i 150 di presenza dei missionari del Pime nel grande Paese orientale. I gruppi possono essere composti da un massimo di 25 persone.