Home Bergamo Botti di Capodanno, ordinanze e inviti al buon senso a Bergamo/ VIDEO

Botti di Capodanno, ordinanze e inviti al buon senso a Bergamo/ VIDEO

Trascorrere la notte di San Silvestro senza farsi male. Alcuni comuni hanno infatti emanato delle ordinanze di divieto o limitazione, oppure hanno dato  qualche indicazione, per festeggiare in sicurezza anche utilizzando fuochi artificiali, petardi e affini.

La Questura di Bergamo ha diffuso un video sui social lanciando l’hashtag #festeggiainsicurezza per invitare a un Capodanno “all’insegna del divertimento e senza feriti”. Sono i poliziotti del Nucleo artificieri di Orio al Serio a mettere in guardia sulle norme di sicurezza da rispettare per trascorrere giorni di festa in serenità.

Il comune di Bergamo ha invece pubblicato un’ordinanza per divieto temporaneo detenzione di dispositivi nebulizzatori di sostanze irritanti o urticanti, di articoli pirotecnici destinati a fini di svago, di vendita, anche per asporto, di bevande di qualsiasi natura in contenitori di vetro dalle ore 18 del 31 dicembre 2019 alle ore 06 dell’1 gennaio 2020 in occasione della manifestazione ‘Capodanno in piazza’. Si consiglia i cittadini a ridurre il più possibile l’utilizzo di fuochi artificiali, se possibile ricorrendo a quelli non rumorosi. E inoltre Palafrizzoni da anche dei suggerimenti su cosa occorre fare con un animale che sta all’aperto o che resta a casa da solo.

E negli altri Comuni? I primi cittadini si stanno orientando a non porre dei divieti (non essendoci le condizioni poi per i controlli) ma inviti a un uso responsabile dei botti per la sicurezza delle persone e degli animali. Ad Almè, ad esempio, l’amministrazione guidata dal sindaco Massimo Bandera ha pubblicato sul proprio profilo un vademecum invitando la cittadinanza a un uso prudenziale e contenuto dei botti “al fine – si legge – di garantire la propria sicurezza e quella degli altri, evitare il rischio di incendi ma soprattutto limitare i disagi provocati agli animali”.

Ad Almenno San Salvatore, il primo cittadino Alessandro Frigeni ha invitato gli abitanti a prestare attenzione nell’utilizzo dei botti e fuochi di artificio che possono essere molto pericolosi per le persone e di notevole disturbo per gli animali domestici.

A Bonate Sotto, il sindaco Carlo Previtali ha scritto sui social “si avvicina il capodanno che immancabilmente porta con sé l’usanza dei fuochi di artificio e relativi botti.  A coloro che chiedono ordinanze di divieto rispondo che non vi sono le condizioni per il controllo, oltre a sentenze che hanno dichiarato la loro illegittimità. Ci si può comunque divertire festeggiando il nuovo anno anche senza il botto, ma se proprio non si riesce a rinunciarvi si usi il buon senso, ricordando che possono ferire persone, spaventare bimbi e animali. Importante che si utilizzino fuochi d’artificio regolarmente certificati e non in situazioni di pericolo”.

A Brignano Gera d’Adda, nella Bassa, il sindaco Beatrice Bolandrini, in un post su Facebook, si è appellata ai cittadini per un uso contenuto dei botti. “Sappiamo bene – ha scritto – quanto i rumori possano risultate fastidiosi e avere effetti negativi anche sulle persone, specialmente quelle più fragili, quindi agiamo di conseguenza. Personalmente non amo i botti, e nemmeno Giulio (il suo cane) li sopporta, ma credo nel rispetto reciproco. Buon Capodanno”.

Anche il primo cittadino di Calvenzano, Fabio Ferla, ha invitato a un divertimento responsabile. Lo stesso ha fatto il sindaco di Zanica, Luigi Locatelli, sul suo profilo Facebook.