Boom di aggressioni a Milano: come agiscono balordi e predoni

Boom di aggressioni a Milano: come agiscono balordi e predoni

Boom di aggressioni a Milano: come agiscono balordi e predoni 

Sei aggressioni registrate a Milano e hinterland, tutte tra il 24 e il 28 luglio, con una situazione che sta chiaramente degenerando e del resto i segnali di una escalation c’erano tutti, visto che già nei primi 12 giorni del mese si sono verificati ben sette casi tra cui una violenza sessuale nei confronti di una persona di sesso femminile di 45 anni al Monte Stella, perpetrata da un senegalese irregolare sul territorio poi arrestato.

Le aggressioni

Nella notte del 24 luglio tra via Castaldi e via Tadino, in un blitz di pochi secondi, due soggetti di colore hanno aggredito Andrea Pedretti per impossessarsi della sua borsa. I due assalitori sono comparsi all’improvviso, hanno spintonato la vittima facendola cadere a terra e lo hanno picchiato per cercare di strappargli la borsa senza però riuscirci; i due gli hanno allora rubato l’orologio e si sono dileguati mentre Pedretti è stato portato d’urgenza all’ospedale Fatebenefratelli con una frattura del pavimento oculare di sinistra.

La notte tra il 25 e il 26 luglio nei pressi dell’incrocio tra via Pergolesi e via Mercadante, in zona Caiazzo, nove individui maghrebini e italiani tra i 18 e i 24 anni, poi arrestati, hanno aggredito una coppia di filippini scaraventandoli a terra e picchiandoli per poi rubargli lo smartphone. La gang si è poi allontanata a bordo di veicoli presi a noleggio ma sono stati raggiunti e arrestati. Gli agenti li hanno trovati in possesso di un coltello a serramanico, banconote per un totale di 1.625 euro, 10 grammi di…

seguici...sullo stesso argomento