Beppe Sala: mi candido o non mi ricandido alla guida di Milano?

Beppe Sala: mi candido o non mi ricandido alla guida di Milano?

Beppe Sala: mi candido o non mi ricandido alla guida di Milano? 

Giuseppe Sala pensa all’ipotesi di ricandidarsi alla guida di Palazzo Marino, ma vuole una candidatura collettiva e spiega cosa intende con questa espressione.

È da un po’ che il primo cittadino di Milano pensa e ripensa all’idea di ricandidarsi alla guida della città metropolitana, in più interventi pure su Facebook aveva accennato all’argomento mostrandosi non pienamente convinto dell’idea di fare il primo cittadino per altri quattro anni ancora.

E parlando dell’argomento attraverso il Giornale Corriere della Sera, pone un primo paletto tutto da interpretare, perché Sala ha chiesto “una candidatura collettiva”.

Cosa intende dire il primo cittadino di Milano? Intende dire che la sua scelta “non deve nascere da una mia riflessione isolata e dalle poche persone che mi stanno normalmente più vicine.”

Ed aggiunge: “Io tendo a crearmi un pool ristretto di persone a fianco, nel bene e nel male, però in questo momento necessita allargare la riflessione”.

Sala pare quindi voler tastare il terreno e capire quanti del suo partito o pure di altri partiti politicamente “prossimi” al Pd, potrebbero essere pronti ad appoggiare apertamente una sua ricandidatura alla guida di Palazzo Marino.

Milano ha chiesto cambiamento

Sala è consapevole che la sua Milano ha chiesto ed ha “bisogno di cambiamento”, ecco perché “in queste settimane” sta lavorando a “un progetto di evoluzione della città”.

Ha bisogno, però, di confrontarsi con le ambizioni della città e di “capire se queste idee sono in…

seguici...sullo stesso argomento