Atalanta inizia la corsa all’Europa. Gasperini: “Vogliamo arrivare tra le prime sei”

Atalanta inizia la corsa all’Europa. Gasperini:
Atalanta inizia la corsa all’Europa. Gasperini: "Vogliamo arrivare tra le prime sei"

Bergamo, 19 gennaio 2020 – L’Atalanta inizia il girone di ritorno pensando all’Europa. Per la prima volta obiettivo dichiarato a gennaio. “Nel girone di andata siamo cresciuti molto, la Champions ci ha dato qualità ulteriore e abitudine a giocare contro squadre forti. All’inizio del campionato abbiamo subito troppi gol evitabili, poi siamo migliorati e ne abbiamo presi di meno. Dobbiamo continuare a giocare con questo spirito, questa qualità e questo entusiasmo. Pensando a dare continuità alla nostra presenza in Europa, senza crearci pressioni, ma i risultati ci dicono che il nostro obiettivo deve essere l’Europa. È fondamentale che l’Atalanta continui a giocare in Europa anche l’anno prossimo, perché fa crescere tutti: squadra, società e ambiente”.

Europa da intendersi come Europa League. L’obiettivo è chiudere tra le prime sei, poi il finale dirà se la Dea potrà puntare ai primi quattro posti. “Iniziamo il girone di ritorno dopo aver chiuso a 35 quello di andata, abbiamo un buon vantaggio sul settimo posto e abbiamo la possibilità di incrementarlo. Vogliamo partire con la determinazione e la volontà di ripeterci e magari migliorarci, è nelle nostre possibilità, e a quel punto rimontarci per quelle che ci stanno dietro sarebbe molto difficile. Ci crediamo, vogliamo stare dentro le prime sei e giocarci le nostre possibilità e se poi riusciremo a correre per la Champions lo vedremo nel finale, ma adesso è presto per parlarne. La mia Atalanta va sempre meglio nel girone di ritorno? Non è scontato che faremo meglio perché ci siamo riusciti negli anni scorsi. Guarderei gara per gara, nel girone di ritorno avremo dieci gare in casa e dobbiamo sfruttarle al meglio”.

Domani sera al Gewiss Stadium arriva la Spal ultima in classifica. “È una squadra che merita di più di quanto dice la sua classifica attuale, a Firenze – ricorda Gasperini – ha perso nel finale pur giocando bene la partita. È una squadra con cui dovremo fare molta attenzione. Il nostro girone di ritorno passa da queste partite che dobbiamo vincere per forza ma dobbiamo interpretare bene la gara. È una partita che dobbiamo vincere ma è una partita difficile. Per loro è una stagione complicata in cui non riescono a ripetere i risultati degli anni precedenti ma le prestazioni sono sempre positive, hanno dei valori tecnici e della fisicità. Il fatto che la Spal sia ultima in classifica non deve ingannarci, perché i divari non sono così grandi”.

Chiusura sugli infortunati. “Gomez non ha del tutto recuperato e non sappiamo se potrà giocare. Zapata adesso fisicamente sta bene, è guarito ha solo bisogno di giocare. Caldara sta bene, a Firenze ha fatto un’ottima gara: è un ragazzo che a noi darà molto o me mentalità e presenza. Abbiamo Hateboer squalificato e Castagne, che speravamo di recuperare ma non si sente in grado di giocare, non è disponibile per cui o adattiamo il modulo di gioco o adattiamo un giocatore sulla fascia destra”.