Home Milano A NoLo apre una sezione dell’Anpi ed è già successo di iscritti:...

A NoLo apre una sezione dell’Anpi ed è già successo di iscritti: la più giovane ha 19 anni, la più anziana 82

A NoLo apre una sezione dell'Anpi ed è già successo di iscritti: la più giovane ha 19 anni, la più anziana 82
A NoLo apre una sezione dell'Anpi ed è già successo di iscritti: la più giovane ha 19 anni, la più anziana 82

E’ uno dei quartieri più trendy di Milano ed è vicino ad uno dei luoghi più simbolici della storia cittadina, piazzale Loreto, dove avvenne l’eccidio di 15 partigiani fucilati per rappresaglia dai fascisti e dove poi successivamente vennero appesi i cadaveri di Mussolini e dei suoi gerarchi. A NoLo (North of Loreto), in largo Fratelli Cervi, da domenica apre anche una sezione dell’Anpi, l’associazione nazionale partigiani d’Italia, intitolata proprio alla strage dei partigiani, con la data in cui avvenne: 10 agosto 1944.  

Dopo il festival di teatro, una competizione canora che fa il verso a Sanremo, una radio e i gadget fra cui la maglietta indossata anche dal sindaco Beppe Sala, ora il quartiere milanese potrà contare anche su una sezione dove si farà politica e animazione culturale.

Ancora prima di aprire i battenti, la sezione conta già oltre 90 iscritti e, specchio di un quartiere votato alla diversità, si compone di un mosaico di persone davvero variegato: l’iscritta più giovane ha 19 anni, la più anziana 82. C’è chi sotto la Madonnina ci è nato, chi ci vive da così tanto tempo che ormai si sente meneghino e anche chi arriva dall’altra parte dell’oceano, chi ricorda con orgoglio una nonna staffetta, chi mantiene viva la memoria del padre deportato. Tutto quello che oggi è l’Anpi, associazione che fa il pieno di iscritti, complice il calo di popolarità e credibilità della politica tradizionale.

 

Emblematico è poi il nome scelto, il giorno dell’eccidio e dell’esposizione dei corpi dei 15 martiri partigiani in piazzale Loreto, persone scelte a caso dai nazisti nel carcere di San Vittore, per rappresaglia, dopo un attentato in cui fu presa di mira una camionetta tedesca in viale Abruzzi. In quell’attentato non ci fu nemmeno una vittima, ma ne pagarono le conseguenze quindici persone. “Una decisione che non si deve soltanto alla vicinanza di quel luogo rispetto alla sede della sezione, ma soprattutto alla volontà di ricordare un evento che ha profondamente segnato la storia della Resistenza a Milano”, spiegano i promotori della sezione e della festa che domenica mattina celebrerà la nascita della nuova sezione.

 

Ad animare la mattinata saranno gli interventi musicali dei cori Suoni e LANPI e Progetto GPR Voci di mezzo. Interverranno Carlo Smuraglia, presidente emerito Anpi e Roberto Cenati, presidente Anpi provinciale di Milano.